A Taormina la mostra “Il Futuro sopravvenuto” dal 29 aprile si arricchisce di nuovi eventi collaterali

A Taormina la mostra “Il Futuro sopravvenuto” dal 29 aprile si arricchisce di nuovi eventi collaterali

“Il Futuro Sopravvenuto”, la prestigiosa mostra sull’Avanguardia Futurista, ospitata nei locali dell’ex Chiesa del Carmine di Taormina si arricchisce di nuovi appuntamenti. A partire dal 29 aprile sono in programma numerosi eventi collaterali con esperti contemporanei per ogni settore delle Arti Futuriste: Performance Poetica Futurista, Musica Futurista, proiezioni tematiche e Cucina Futurista. I nuovi appuntamenti vanno a completare l’importante offerta culturale che ha attirato nel primo mese d’esposizione numerosi appassionati ed esperti d’arte. La mostra “Il Futuro sopravvenuto – Arte-azione, comunicazione e post-umano nel Futurismo”, curata da Giancarlo Carpi e Giuseppe Stagnitta in collaborazione con Serena Dell’Aira, patrocinata dal Comune di Taormina, espone 70 opere molto importanti della collezione Futur-Ism, dalla Collezione Ventura, dalla Collezione Trust Aletta e Fondazione Cirulli, alcune delle quali esposte nelle mostre storiche organizzate dal movimento futurista in grandi rassegne internazionali dell’epoca.

Gli eventi collaterali saranno ospitati all’interno dello spazio espositivo. Sabato 29 aprile, a partire dalle 18:30, si parlerà di Futurismo, Evola e Trans-Futurismi. Domenica 7 maggio, alle 19:30, concerto “Futurismo – The Art of Noises” di Gerardo Greco e Rossano Baldini. Domenica 14 maggio, alle 18:30, presentazione del documentario “DEPERO. Rovereto, New York e altre storie” di Nello Correale con la presenza di Maurizio Scudiero (massimo esperto di Depero). Inoltre, per tutto il mese di maggio, ogni sabato di maggio alle 19:30 “aperitivi futuristi” all’interno dello spazio espositivo, tra le opere, con la cucina futurista del cuoco Michele Vaccarella, che servirà i suoi piatti presi da ricette di Marinetti e Fillia con la loro idea di espansione dell’esperienza culinaria: come in un’esplosione il gusto si apre a sinestesie percettive “altre” con le tavole tattili, profumi e musica.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *